Giugno 19, 2024
  • Con lo sponsor giusto, nessun sogno è proibito
Single Player

Alex Scialino, epico match a Lione contro Damien Fabregas

Dopo aver supportato le sue compagne di squadra del Team Boxe Francese Trieste nella difficile trasferta croata al Čigra Open, Alex Scialino si è chiuso in palestra e si è interamente dedicato alla preparazione per il match che lo attendeva sabato 13 maggio a Lione, uno dei più importanti della sua carriera di tiratore di Savate.

Ad aspettarlo oltreconfine c’era infatti Damien Fabregas, due volte campione del mondo, due volte campione d’Europa e quattro volte campione di Francia Savate Elite. Il fatto che Alex sia stato scelto per un incontro con un atleta di una tale caratura rende bene l’idea della solida reputazione che si è riuscito a costruire grazie ai successi ottenuti in Italia e all’estero negli ultimi anni.

Consapevole di scontrarsi contro un tiratore “da un altro pianeta”, Alex, con indosso i colori di Escort Advisor, si è recato a Lione deciso a dimostrare di essere all’altezza di un simile avversario. E, colpo su colpo, ha tenuto alto l’onore del Team Boxe Francese Trieste durante un incontro duro, difficile, ma sempre all’insegna della correttezza.

“Torniamo a casa con un bagaglio di esperienza enorme e siamo molto soddisfatti che ci sia stata data la possibilità di confrontarci con il N.1 del Ranking Mondiale nella Boxe Francese”, commenta soddisfatto Lorenzo Volcic, coach di Alex e del team di Savate sponsorizzato da Escort Advisor. “Ora si continua imperterriti nella preparazione dei campionati mondiali”.

Scialino ha tenuto botta per ben tre riprese contro un avversario davvero micidiale. Il pluricampione Damien Fabregas ha provato a “tagliare corto”, ma il tiratore del Team Boxe Francese Trieste ha eretto una difesa impeccabile, riuscendo al contempo a portare avanti una serie di attacchi ben assestati al francese.

È stata soprattutto l’esperienza, sul lungo periodo, a permettere a Fabregas di mettere sotto scacco Scialino, che alla quarta ripresa è stato costretto al ritiro, dopo che una punta alla bocca dello stomaco da cui Alex non è mai riuscito a riprendersi del tutto ha cambiato inesorabilmente l’andamento dell’incontro.

Con una precisione e un ritmo impressionanti, quello che il coach Volcic ha definito un atleta “quasi soprannaturale” è andato avanti a incalzare Alex, che nel corso della quarta ripresa, dopo avere dato davvero tutto, si è trovato costretto a chiedere il ritiro.

“Esco un po’ acciaccato, ma soddisfatto dell’esperienza, e soprattutto orgoglioso di essere stato scelto per questo importantissimo match, racconta lo stoico atleta. “Ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto dall’Italia, in primis il fantastico team della mia palestra, il mio allenatore Lorenzo Volcic che si impegna quotidianamente per la mia crescita, assieme ai direttori tecnici del Team Nazionale Fight1 Alessandro Zini e Domenico Iaia. E non ultimo il mio sponsor, Escort Advisor, che ci segue  costantemente.

Esce quindi a testa non alta, ma altissima dall’incontro di Lione il giovane tiratore del Team Boxe Francese Trieste, che ora proseguirà i suoi allenamenti in vista dei Mondiali di Savate che si svolgeranno a luglio nella vicina Croazia, durante i quali Alex vestirà la maglia azzurra per rappresentare la Nazionale Italiana.