Maggio 21, 2024
  • Con lo sponsor giusto, nessun sogno è proibito
Giochi di squadra

Bandeja y Cerveza, vacanza-studio a Malaga

Per quanto negli ultimi anni l’Italia stia compiendo passi da gigante, è innegabile che, quando si parla di padel, si debba guardare all’America Latina, dove peraltro questo sport è nato, e, in Europa, alla Spagna.

E allora, se è vero che si deve imparare dai migliori, ci hanno visto giusto i Bandeja y Cerveza, che per prepararsi alle semifinali del Padel4Fun Milano si sono recati in Spagna per quello che potremmo definire un “Erasmus del padel”.

Per la precisione, questa vacanza-studio ha portata i Bandeja y Cerveza a Malaga, dove ad attendere la squadra con il tasso etilico più alto di tutto il Padel4Fun Milano c’era Gustavo Machuca Perez.

Vero e proprio guru del padel, nonché amico dei Bandeja y Cerveza da ormai tre anni, il coach ha organizzato al team capitanato da Roberto Romano una full immersion di 72 ore in compagnia di Ernesto Moreno Carrasco, numero 72 della classifica ufficiale del World Padel Tour.

Durante questo allenamento intensivo i Bandeja hanno avuto l’occasione di affinare le tecniche di base, approfondire le strategie di gioco e confrontarsi con i giocatori spagnoli, che ad oggi sembrano ancora provenire da un altro pianeta… ma come detto, le distanze si stanno accorciando di anno in anno.

Nonostante la superiorità iberica, la squadra di Tribiano si è difesa come sempre alla grande, sia sul campo, rispondendo colpo su colpo agli avversari, sia fuori, rispondendo colpo su colpo alle tapas e alle cervezas post allenamento.

A cementare l’amicizia che lega il mister Romano al suo collega Machuca, al termine della vacanza studio il leggendario coach si è visto trasformato in un bandechino grazie a un apprezzatissimo regalo: una maglietta dei Bandeja y Cerveza targata Sponsorizza Passioni.

Terminata questa tre giorni a base di padel, amicizia e divertimento, i Bandeja ritornano a casa in Italia (come anche i loro “compagni di Sponsorizza Passioni” M315, che sono andati a correre in Croazia) un po’ più forti di prima e sicuramente stracarichi in vista della semifinale del torneo, dove, ne siamo sicuri, li vedremo scendere in campo con una determinazione inedita.