Giugno 18, 2024
  • Con lo sponsor giusto, nessun sogno è proibito
Pronti, Partenza, Via! Adrenalinica...mente! Evidenza Highlight

È arrivato il momento: pronti per l’Isola di Man

Anche quest’anno Escort Advisor scende in pista, ma questa volta per farlo ha bisogno di un volo diretto a Castletown Ronaldsway, nell’Isola di Man. Sì, perché per la prima volta dalla nascita del progetto Sponsorizza Passioni, il brand accompagna i piloti in un’impresa unica, eccezionale, che lascia sempre tutti con il fiato sospeso: il famosissimo Tourist Trophy, anche conosciuto come TT.

È la competizione motoristica più famosa e pericolosa del mondo che si svolge sull’Isola di Man, nel Mar d’Irlanda, tra la Gran Bretagna e l’Irlanda. Un circuito cittadino, che dal 1911 prende il nome di Snaefell Mountain Course, lungo 60 km e 720 metri, composto da 257 curve di ogni tipo.

Nata nel 1907 come gara di automobili, diventa 4 anni dopo una competizione per motociclisti. È nota per le insidie della pista, perché si snoda tra una casa e l’altra, si corre a velocità folli che raggiungono anche una media di 200 km/h con picchi di 300 km/h e spesso è resa quasi impraticabile dal meteo inglese a causa di pioggia e nebbia. Una corsa a cui partecipano solo piloti in grado di compiere imprese al limite dell’impossibile e che è stata esclusa dal Motomondiale di Gran Bretagna nel 1976 proprio a causa della sua pericolosità.

A differenza di molti anni fa, ora al TT i piloti non partono tutti insieme, ma uno dietro l’altro con 10 secondi di distanza, quindi il risultato della classifica finale è dato esclusivamente dal tempo del giro completo del circuito. Ciò nonostante, l’ordine di partenza dei piloti viene assegnato secondo le qualifiche dei giorni precedenti alla gara. I 20+20 piloti che ricevono i numeri di gara da 1 a 20 nelle categorie Supersport e Superbike definiscono l’ordine di partenza.

Dopo aver valutato con cura l’impegno previsto per la partecipazione al TT 2024, Andrea Majola passa il testimone del Tourist Trophy 2024 a un pilota del suo stesso team, sponsorizzato da Escort Advisor.

Il nuovo obiettivo del pilota spezzino è quello di prepararsi al meglio per trionfare al ManxGP, che si terrà dal 18 al 26 agosto sempre sull’Isola di Man. Questo sarebbe molto importante per lui, perché gli darebbe la possibilità di partecipare al Tourist Trophy 2025 come vincitore della seconda competizione più famosa dell’isola.

Il pilota che porta Escort Advisor sul noto circuito cittadino irlandese è il francese Pierre Bian, che affronterà il tracciato in sella alla moto con la stessa livrea di Majola, con il numero 3.

Nato il 17 settembre 1991, inizia a correre in moto all’età di 2 anni su una PW50, per poi gareggiare a 12 anni nel Campionato francese di scalate in montagna. Eredita la passione per la moto dal padre, ex pilota e campione francese.

La carriera di Pier comincia nel 2015 con le corse su strada. Nel 2016 conclude l’IRRC Supersport al quarto posto e ottiene il primo podio a Imatra. Nel 2017 arriva terzo all’IRRC e ottiene le prime vittorie a Imatra e Chimay. Nel 2018 finisce sesto assoluto nel Campionato Internazionale di Corse su Strada, prima di vincere il titolo tre anni dopo, vincendo cinque delle otto gare disputate. Nel 2019 al ManxGP guida la gara Newcomers dall’inizio alla fine, mostrando fin da subito il suo talento e salendo sul gradino più alto del podio.

Questo è il terzo anno al TT per il pilota francese. La prima volta, nel 2022, ha subito impressionato con il sesto posto nella seconda gara Supertwin. Giusto l’anno scorso, nell’edizione del 2023, ha conquistato il secondo posto nella Supertwin e ha segnato il giro più veloce di sempre di un francese al Mountain.

Penso di aver scelto il Tourist Trophy. Qui al TT ci sono emozioni speciali. Ogni giorno dell’anno quando faccio colazione penso al TT, perché qui c’è adrenalina, sei nervoso. Ma quando finisci la gara alla fine è un momento magico. Provi sensazioni incredibili e sei orgoglioso per quello che hai fatto – Pierre ha descritto così che cosa significa per lui correre in questo circuito.

Il pilota non vede l’ora di partecipare con lo stesso grande obiettivo di sempre: vincere la famosa competizione dell’Isola di Man. Ma quest’anno per la prima volta sarà in compagnia del suo nuovo sponsor.