Aprile 20, 2024
  • Con lo sponsor giusto, nessun sogno è proibito
Adrenalinica...mente!

EuroNASCAR, buona la prima!

Archiviate le presentazioni ufficiali, sabato 14 e domenica 15 maggio è arrivato il momento del battesimo del fuoco per la già mitica Chevrolet Camaro numero 54 “targata” Escort Advisor.

Al volante del bolide della scuderia CAAL Racing di Todi, il vicecampione EuroNASCAR della scorsa stagione Gianmarco Ercoli e l’esordiente in EuroNASCAR 2 Luli Del Castello.

Entrambi i piloti hanno dovuto affrontare avversari davvero ostici, e soprattutto si sono trovati a superare imprevisti e ostacoli di ogni sorta. Ma, visti i risultati conseguiti in pista, ci sentiamo davvero di dirlo: per il debutto di Escort Advisor in EuroNASCAR è decisamente buona la prima!

Sotto il sole cocente di Valencia, sull’asfalto surriscaldato al sole del Circuit Ricardo Tormo, la Chevrolet Camaro decorata con il magenta e il nero di Escort Advisor ha prepotentemente catalizzato gli sguardi del pubblico, trionfando ancor prima della partenza dal punto di vista dello stile.

Ma le soddisfazioni del fine settimana non sono state solo di carattere estetico. Anche se, bisogna ammetterlo, la partenza non è stata delle migliori…

Vorrei fare una menzione speciale ai ragazzi del team che hanno sostituito il cambio della vettura di Gianmarco in 15 minuti durante la prima gara

Luca Canneori, Team Manager CAAL Racing

A rischiare di mandare in fumo la preparazione delle scorse settimane è stato un “problemino” tecnico occorso sabato in Gara 1 a Gianmarco Ercoli, per fortuna sistemato in tempi record dai meccanici di CAAL Racing.

“Gianmarco e Luli si sono comportati benissimo”, racconta il Team Manager Luca Canneori, “ma vorrei fare una menzione speciale ai ragazzi del team che hanno sostituito il cambio della vettura di Gianmarco in 15 minuti durante la prima gara”.

Grazie a questa prestazione davvero da record, Gianmarco è potuto tornare prontamente in pista e, anche se a fine gara si è dovuto accontentare di un “misero” ventiseiesimo posto, è comunque riuscito a correre il giro più veloce e si è aggiudicato la pole position per il Round 2 che si sarebbe corso il giorno successivo.

“Diciamo che gara 1 è stata una qualifica con più tensione per noi”, ha commentato il pilota, che la domenica si è quindi presentato ai blocchi di partenza sicuro di poter raddrizzare questo difficile inizio.

Il risultato finale – un eccellente secondo posto alle spalle dell’israeliano Alon Day – premia le aspettative del team nei confronti di Ercoli. Anche se pure qui non sono mancati i momenti di tensione, visto che sia il primo, che il secondo classificato si sono visti inizialmente penalizzati e “retrocessi” di alcune posizioni per via di una serie di decisioni errate dei direttori di gara, per poi vedersi restituire i punti meritati.

A coronamento di questo ottimo risultato nel Round 2 (“Abbiamo raggiunto un’ottima seconda posizione che ci gasa sempre più in vista di Brands Hatch!”), Ercoli ha avuto anche la soddisfazione di vedere un suo compagno di scuderia in CAAL Racing, l’italiano Nicolò Rocca, primo in Gara 1 e terzo in Gara 2, in cima alla classifica provvisoria dell’EuroNASCAR con un punto di vantaggio su Day.

E Luli Del Castello? Anche lei ci ha dato dentro, pagando magari un po’ di più la tensione dell’esordio nel Round 1, dove si è piazzata ventunesima, ma tirando fuori tutta la sua grinta nella gara di domenica, con un’ottima prestazione che le è valsa la quattordicesima posizione e soprattutto il riconoscimento come miglior Lady Rookie.

“Per quanto mi riguarda, penso di aver avuto un bel battesimo in questo campionato”, ha raccontato Luli. “Vivere il dietro le quinte dona una dimensione più profonda e reale del duro lavoro che c’è dietro, rispetto a quanto viene visto solo in pista. In questo faccio eco a Luca nell’elogiare i suoi instancabili collaboratori a cui, ahimè, ho dato anch’io un bel da fare aggiuntivo dopo Gara 1”.

Parole che confermano ulteriormente quanto le corse siano, a loro modo, uno sport di squadra, con i piloti che certo fanno la differenza in qualità di frontman, ma non potrebbero mai tagliare la linea del traguardo senza un buon team alle spalle.

Un team, nel caso di CAAL Racing, di cui ora fa parte anche Escort Advisor. E noi non potremmo essere più orgogliosi e soddisfatti di questa nuova avventura al servizio delle passioni sportive degli italiani…

Crediti foto; NWES