Giugno 19, 2024
  • Con lo sponsor giusto, nessun sogno è proibito
Adrenalinica...mente!

Luli Del Castello, un EuroNASCAR tutto al femminile

Assieme a Gianmarco Ercoli, quest’anno alla guida della Chevrolet Camaro numero 54 di CAAL Racing, da poco entrato fra i team sponsorizzati da Escort Advisor, ci sarà Luli Del Castello, pilota classe 1985 che sul circuito di Valencia ha già conquistato il Lady Trophy.

A lei il compito di dimostrare, in un mondo che da molti è considerato – a torto – per soli uomini, che le donne possono arrivare ai più alti livelli di campionati prestigiosi come la NASCAR Euro Whelen Series.

Del resto, Luli non è certo il tipo di pilota che si fa intimorire da una sfida: figlia d’arte di Roberto Del Castello, un veterano delle corse con esperienze fra Rally, Formula 2, CIVT e GTR3, Luigia Martina è praticamente cresciuta “a pane e motori”.

L’esordio in pista è del 2014 nel campionato Lotus Cup Italia. E le vittorie non tardano ad arrivare, fra quella del 2017 nel Campionato Super Cup e quella del 2019, in coppia con il padre Roberto, nella Super Cup Series.

Questa sua abilità alla guida non le fa mancare anche esperienze “extra”: sempre nel 2014, infatti, è impegnata come stunt driver sul set di Veloce come il vento di Matteo Rovere, pellicola nella quale fa da controfigura “guidante” alla protagonista Matilda De Angelis.

“Per questa stagione lavorerò sul miglioramento veloce a ogni appuntamento, per ridurre quanto più possibile il divario tra me e il mio compagno di squadra Gianmarco, ed essere un equipaggio capace di portare a casa quanti più punti possibile”, spiega Luli Del Castello. “Sono conscia del fatto che dovrò lavorare duramente per accelerare i tempi e ridurre i margini, ma conto sulla mia abilità di bruciare le tappe per essere l’asso nella manica del team”.

Insomma, Luli ha le idee ben chiare a proposito delle fatiche che l’attendono quest’anno, ma anche a proposito del suo potenziale dirompente. E Escort Advisor non può che condividere questa sua sicurezza e determinazione!

Foto: NWES