NoAlTC: passione senza controllo (elettronico)

Sono forti, sono veloci, sono pura adrenalina. Ma se proprio volete vederli “scattare”, provate a pronunciare le parole traction control in loro presenza.

Loro sono i ragazzi e le ragazze terribili del NoAlTC Road Racing Team e la passione per le moto e le corse ce l’hanno nel sangue; così come l’odio per il traction control, tanto da averlo messo persino nel nome (NoAlTC sta per “No al Traction Control”).

La squadra nasce sul finire del 2017, con un obiettivo ben chiaro in testa: primeggiare nelle corse che i nostalgici definirebbero “vere”, senza aiuti elettronici alla guida del proprio mezzo.

Oggi partecipano e vincono nel CIVS, Campionato Europeo in salita, MES, SIT, IRRC, NW200 e altre competizioni internazionali.

Naked 600, Supermoto, Quad, 125, Sidecar: non c’è mezzo che non spingono fino alla vittoria.

I successi iniziano a fioccare già nel 2018, ma è il 2021 l’anno più ricco di trofei: titolo nei Quad, vittoria nella Supermoto, conquista del Trofeo Crono Climber nei Sidecar; secondo posto nella SuperOpen 600 e terzi posti nelle classi Quad, Sidecar e SuperOpen 600. E oltre al CIVS, la partecipazione al SIT porta all’affermazione nel SuperQuad delle Regioni.

Se l’Italia è già terra di conquista, nel 2022 il NoAlTC Road Racing Team scende in pista anche nel campionato europeo FMI HCRR (Hill Climb Road Races). Ecco la griglia di partenza per la stagione italiana ed europea: Fabio Ricca – Quad; Cristian Nardon – Quad; Torpea Oscar – SuperOpen 1000; Stefano Nari – SSP 600; Alice Sabatini – Supermoto Open: Yuri Storniolo – Supermoto S1; David Lignite – STK 600; Giovanni Luc – 125