Aprile 20, 2024
  • Con lo sponsor giusto, nessun sogno è proibito
Giochi di squadra

Super Andalo: argento nel Campionato regionale

Il weekend del 24 e 25 giugno rimarrà di quelli da ricordare, per gli abitanti di Andalo: la compagine locale di volley misto della Polisportiva Andalo Valtellino ha infatti centrato l’impresa di qualificarsi per la finale del Campionato regionale CSI e si è arresa solo a un passo dall’obiettivo più prestigioso.

Con l’argento a livello regionale, la squadra sponsorizzata da Escort Advisor ottiene così il secondo trofeo della stagione, dopo la vittoria nel Campionato provinciale CSI Lecco di volley Open misto.

Sabato 24, in semifinale, la formazione valtellinese fronteggia la milanese Cimi Volley, avversario particolarmente ostico, che però la Polisportiva Andalo Valtellino decide di affrontare a muso duro per riuscire a strappare l’agognato biglietto d’accesso alla finalissima.

“Arrivata in campo e vedendo i nostri avversari non ci davo un euro”, confessa la palleggiatrice Letizia Gaggini, che in questi mesi è stata fondamentale nel contribuire a raccontare le gesta della sua squadra. Del resto Andalo si presenta sul campo con alcune importanti assenze, con Silvio Balbi e Gian Troccoli indisponibili per cause di forza maggiore (leggasi: matrimonio a cui non si può mancare).

Per colmare il vuoto lasciato dai due pilastri della Polisportiva, decide però di rimettersi in gioco la “vecchia leva” Robi Spin, assente durante quest’annata per motivi di lavoro. Nonostante questo graditissimo rinforzo, la squadra di Andalo si trova comunque costretta a ribaltare i soliti schemi e a studiare nuove soluzioni.

Il team sponsorizzato da Escort Advisor non si trova però ad affrontare solo problemi di formazione: come spesso accade nelle palestre e nei palazzetti sportivi in questo periodo dell’anno, nel tendone in cui si disputano le partite la temperatura è opprimente (“Gradi percepiti: circa 60!”, conferma Letizia).

Ma al momento del fischio di inizio le teste dei giocatori si svuotano e tutti i problemi svaniscono: le ragazze e i ragazzi della Polisportiva sono solo, come si suol dire, “qui e ora”, presenti nel flusso di una partita che si preannuncia estremamente avvincente.

Il primo set è combattutissimo, con la Cimi Volley che riesce a imporsi sul filo del rasoio per 27-25, ma solo dopo avere sputato sangue per fare fronte agli assalti frontali di Andalo. L’allenatore Roberto Pontiggia raccomanda ai suoi di rientrare in campo per il secondo set con gli “eyes of the tiger”, suggerimento che a quanto pare viene fatto proprio dal team di Escort Advisor, che si impone per 25-12, per poi ripetersi in quello successivo per 26-24.

La squadra meneghina non ha però nessuna intenzione di arrendersi senza avere prima dato fondo a tutto il proprio arsenale, e così nel quarto set scatena un fuoco di fila grazie al quale riesce a ottenere il 25-22 e il pareggio. Si decide quindi tutto quanto nel set conclusivo.

In un finale a dir poco epico, entrambe le squadre combattono eroicamente. Ma è solo dopo un cambio campo che vede i valtellinesi sotto di due punti, che con un colpo di coda la Polisportiva riesce a ribaltare il risultato e, grazie a un ace al fulmicotone di Robi, a chiudere sul 18-16, ottenendo così l’accesso alla finale regionale.

“È stata una partita che ha visto alti e bassi, momenti di grande esultanza alternati ad altri di difficoltà”, racconta il capitano Nadia Codara al termine del match. “Fondamentale è stata la grinta dimostrata da ogni singolo giocatore in campo e fuori, che ha visto il supporto dei nostri fedeli tifosi. Tutti eravamo sintonizzati sulla stessa linea d’onda!”.

“Un obiettivo che nessuno credeva raggiungibile dopo la non qualificazione dello scorso anno”, commenta Letizia Gaggini. “Un grazie ai nostri pochi, ma scatenati tifosi. Dopodiché solo birra e Campari, domani c’è la finale con la fortissima Precotto, ma intanto oggi si festeggia”.

Il domani in questione arriva in fretta, e così giusto il tempo di smaltire i Campari celebrativi, e la Polisportiva si ritrova già in campo contro quello che non sarebbe riduttivo definire il “Manchester City” del volley misto lombardo.

“La domenica il risveglio è stato impegnativo, soprattutto sapendo quali avversari ci avrebbero aspettato la sera, i mille volte vincitori delle regionali, la squadra milanese di Precotto”, racconta ex post Letizia. “Dalla nostra però potevamo contare su un numeroso pubblico che si stava organizzando in Valle per venire a tifare con tutta la voce”.

Al momento dell’arrivo in palestra c’è elettricità nell’aria: la Polisportiva Andalo Valtellino è consapevole della superiorità degli avversari, ma non ha nessuna intenzione di cedere facilmente, nonostante all’ingresso in campo i giocatori si sentano “come i Looney Toons contro i giganti alieni di Space Jam”.

La speranza dell’exploit della piccola squadra della provincia montana contro gli avversari “grandi e grossi” del capoluogo di regione spinge Andalo ad affrontare Precotto senza timori reverenziali. E in effetti sul campo di battaglia i ragazzi e le ragazze della Polisportiva si distinguono per valore e coraggio.

“Tutti i giocatori sono scesi in campo dando il loro contribuito per il gruppo. Eravamo pieni di luce e gratitudine, fieri di giocare questa finale guadagnata dopo un lungo anno di sacrifici e soddisfazioni”, racconta Nadia.

I colpi “magici” di Robi e Diego. Le mitiche difese di Elisa Della Bella. I tuffi straordinari del Capitano. La Polisportiva Andalo Valtellino sfodera tutto il proprio repertorio. Ma alle volte, quando ti trovi di fronte una squadra tecnicamente più forte, soprattutto in una giornata in cui non sbaglia niente, c’è davvero poco da fare.

Tutti e tre i set sono combattuti, come dimostrano i punteggi: 25-20, 25-19, 25-17. Ma la “corazzata” Precotto non fa sconti a nessuno, e così la mitica Polisportiva è costretta a capitolare, non senza però prima avere dimostrato di essere capace di giocarsela fino in fondo.

Il secondo posto nel Campionato regionale è un risultato eccezionale. “La prova che quando a condividere quella rete non ci sono persone singole, ma ci sono amici che si sostengono a priori e che si vogliono bene, allora si possono raggiungere grandi obiettivi”, conferma Letizia.

Al termine di una stagione davvero memorabile, non rimangono che i ringraziamenti:

“Grazie a Silvio e alla sua energia,

grazie a Eli Rome e alla sua pazienza,

grazie a Gian e alla sua grinta,

grazie a Eva e alla sua determinazione,

grazie ad Aldo e alla sua costanza,

grazie ad Ale e alla sua caparbietà,

grazie a Mingo e al suo altruismo,

grazie a Eli D.B. e alla sua dolcezza,

grazie a Diego e alla sua ambizione,

grazie a Claudia e al suo equilibrio,

grazie a Ste e alla sua audacia,

grazie a Sharon e alla sua sensibilità,

grazie a Robi Spin e alla sua leggerezza,

grazie a Eli Delloc e al suo essere impavida,

grazie un po’ anche a me, che ci ho creduto.

Infine due ringraziamenti speciali:

grazie a Robi e alla sua tenacia, al suo realismo e alla sua sincerità,

grazie a Nadia, il nostro unico e solo Capitano, alla sua forza, al suo coraggio, al suo altruismo e alla sua fame.”

E grazie naturalmente a uno sponsor speciale come Escort Advisor, che ha accompagnato questa formazione così forte sia dentro che fuori dal campo di gioco durante tutto l’anno, contribuendo a rendere possibile questo incredibile risultato.